Stossen di Nikkie Wester: fra moda e antropologia

Stossen di Nikkie Wester: fra moda e antropologia

di Rossella Locatelli

 

Esiste un territorio unico in cui moda e antropologia si incontrano.

Qualcosa in cui tutti, volenti o nolenti, ci imbattiamo: l’abito come parte fondamentale dei riti di passaggio che segnano la nostra esistenza. Se avete mai conosciuto un collezionista d’abiti, saprete che, oltre a capolavori di celebri maisons, la sua attenzione si posa anche su tutto ciò che definisce l’abito-rituale di epoche passate o culture lontane: dai veli antichi per cerimonia al kimono sashiko, dalle cuffie per battesimi al khalaga giordano.

Stossen Nikkie WesterStossen Nikkie Wester

Max Tilke, etnologo tedesco ha dedicato la sua vita allo studio dell’abito orientale, disegnandone e ricostruendone tutte le fogge; Nanni Strada ha creato all’inizio degli anni Settanta alcune collezioni per Max Mara proprio partendo dagli studi di Tilke; Antonio Marras non ha mai fatto mistero di quanto la costruzione complessa del costume femminile tradizionale della sua terra d’origine – la Sardegna – abbia influenzato la sua moda ricca di ricami preziosi, nastri, sovrapposizioni.  Dunque, l’incontro tra folklore e moda non rappresenta di per sé qualcosa di innovativo, ciò che lo rende una potenziale risorsa di nuovi concetti è il suo poter essere ripensato.

In questo solco, tracciato da tanti validi nomi, si inserisce il lavoro Stossen di Nikkie Wester. Formatasi alla Royal Academy of Art dell’Aia, la designer ha riassunto la sua ricerca tra fashion e textile design in un ridisegno totale e poetico del corredo tradizionale olandese. L’analisi formale si accompagna a quella materica. Una serie di bei collages, frammenti di ricordi di famiglia e identità nazionale, è seguita da un approfondimento sui tessuti — realizzati al telaio in maniera artigianale con la collaborazione del Textile Museum di Tilburg — la cui composizione geometrica si articola in armature a croce, romboidali o puntiformi. Mantelli, scialli, cuffie, copricapi in pizzo rigido, grembiuli, gorgiere in tombolo, sono stati ripensati e ricomposti secondo silhouettes così contemporanee da ricordare certe creazioni di Comme des Garçons.

Stossen Nikkie WesterStossen Nikkie Wester

Una collezione fatta di segni, figure, punti che si rincorrono sulla lavagna della memoria; forme semplici, ma a strati di lane antiche, lini, cotoni, sete. Come il passato, la semplicità infinitamente ricca, muta in continuazione da bracciali a scialli, da scialli a colletti, ad abiti, ricominciando da capo. Accostati ai blu e ai grigi, ecco il rosso, l’antracite, l’azzurro, i rosa aranciati e il bianco. Un piccolo insegnamento di come antiche tradizioni del vestire possano spingere a nuove visioni intorno al corpo e a ciò che lo avvolge.

Stossen Nikkie Wester

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top