La natura fra scienza, musica e arte: il progetto di GREEN ON

La natura fra scienza, musica e arte: il progetto di GREEN ON

Li abbiamo “avvistati” a Reggio Emilia. Con più precisione, presso lo spazio Gerra durante l’evento Digital Garden. E li abbiamo contattati per scrivere dei loro interessantissimi progetti a metà fra scienza, arte e musica nella sezione Nature. Ecco a voi GREEN ON

 

La natura e gli spazi verdi stanno ri-acquisendo un ruolo primario nella definizione dell’ambiente e degli stili di vita. Dagli orti da balcone ai giardini privati, fino agli spazi ricreativi e allo sviluppo delle Smart City, cresce il desiderio di sentire la natura attorno a noi per interagire con essa.

Seguendo questo trend mondiale, GREEN ON ha ideato un sistema innovativo in cui l’interazione fra l’uomo e la pianta diventa l’input per creare tracce sonore originali e sempre mutevoli. Qui, la musica generativa, termine coniato da Brian Eno, smette di essere esclusivamente una forma di arte sperimentale o uno studio di un concetto matematico, ma diventa strumento di uso quotidiano.

La natura fra scienza, musica e arte: il progetto di GREEN ON - Or Not Magazine

Alla base del nostro progetto sta la possibilità di stimolare un nuovo tipo di esperienza per rendere lo spettatore protagonista di un’installazione interattiva fisica e sonora: il forte valore estetico dato dalla progettazione verde ad hoc, unito al valore artistico portato dallo studio del sound design, si traduce in un sensibile impatto emotivo che ridefinisce uno spazio rendendolo personale e unico.

GREEN ON basa la sua unicità sull’unione di tre elementi chiave: TECNOPHILIA, MUSICOPHILIA e BIOPHILIA. GREEN ON, infatti, propone un approccio attivo nei confronti della tecnologia (tecnophilia), che è elemento di unione fra l’innata capacità dell’uomo di percepire, interpretare, immagazzinare i suoni collegandoli a emozioni profonde (musicophilia) e l’imprescindibile necessità dell’uomo di relazionarsi con la natura circostante (biophilia).

La percezione visiva, olfattiva e tattile è completata e amplificata dalla stimolazione uditiva. Come spiega Sara Lenzi, sound designer e arredatrice : “il suono è potente: elaborato più velocemente dell’immagine, plasma, senza che ce ne accorgiamo, la nostra relazione cognitiva, percettiva ed emotiva con gli spazi e gli oggetti che popolano il nostro mondo”.

La natura fra scienza, musica e arte: il progetto di GREEN ON - Or Not Magazine

Il concetto di “Internet delle Cose” in questo modo è esteso al cosiddetto “Internet della Natura”, dove la musica è il trait d’union tra l’elemento verde, la tecnologia e l’uomo.

GREEN ON nasce dal consolidamento di una lunga collaborazione sui temi di scienza, arte e musica. La squadra consiste in cinque giovani e appassionati professionisti che lavorano tra Torino e Verona, con background professionali diversi ma uniti da un approccio multi-disciplinare. Fanno parte di GREEN ON Stefano Cagliero, Alberto Cantù, Riccardo Castagna, Barbara Cisterna e Valentina Margaria.

Photo credits: Green On

La natura fra scienza, musica e arte: il progetto di GREEN ON - Or Not MagazineLa natura fra scienza, musica e arte: il progetto di GREEN ON - Or Not Magazine

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top