10.000 litri di aria

di Abu Lido

 

L’air pollution è stata dichiarata carcinogena per l’uomo dalla IARC, l’agenzia internazionale per il cancro.  Se a partire dal 1940  gia’  si ipotizzava che ci potesse essere  una relazione,  combinando i dati sull’ambiente e sulla salute pubblica raccolti in tutto il mondo, nel corso dei successivi 70 anni  gli scienziati hanno provato che l’inquinamento dell’aria è causa diretta del cancro ai polmoni.  Il rapporto è stato reso pubblico lo scorso ottobre 2013.

L’origine dell’air pollution e di uno dei suoi piu’ aggressivi componenti, i particolati, sono le combustioni, di cui le maggiori quantita’  sono prodotte dall’uomo; tanto per intenderci, quelle delle centrali a carbone per produrre energia elettrica, quelle del metano, del gas e della legna usati per cucinare e riscaldarsi,  quelle di tutti i mezzi di trasporto, auto, trattori, aerei, autoambulanze. Tutte le combustioni emettono nell’aria singoli environmental chemicals , i quali si possono aggregare tra di loro formando misture o compounds; da soli o in gruppo essi inducono risposte biologiche nel corpo dell’uomo non solo in maniera istantanea  con il respiro,  ma anche settimane dopo, anni dopo e, purtroppo, generazioni dopo.

“You can’t avoid breathing the air, no matter who you are”.

10.000 litri di aria è quanto immettiamo giornalmente nei nostri polmoni. Col respiro interagiamo  con tutte le emissioni di tutte le combustioni di oggi e di ieri, attimo per attimo. Le generazioni future  nasceranno con gli effetti dell’air pollution stabilmente inseriti dentro i loro corpi.

Proprio perche’ le combustioni liberano elementi che interagiscono coi nostri corpi durante tutta la nostra vita, l’air pollution è la piu’ grande installazione interattiva di tutti i tempi con una “anima” planetaria: viene creata in contemporanea in tutte le citta’  del mondo da ogni uomo, donna e da ogni mezzo di trasporto e si rivolge direttamente ad ogni cittadino. E’ un soggetto senza frontiere che non ha bisogno di infrastrutture o collegamenti per diffondersi e prosperare. Non ha bisogno neppure di essere inscatolato nei tipici contenitori della storia,  i musei, i libri, i  files, le cineteche perche’ resti vivo il ricordo della sua esistenza.  Gode di  un’eternita’  che lascia di stucco.

Tutti noi cittadini del mondo ci chiediamo se la ricerca abbia trovato una nuova cura per il cancro ma quasi mai ci chiediamo se abbiamo scoperto come prevenirlo. Dallo scorso ottobre 2013 possiamo domandarcelo ogni volta che respiriamo, oppure settimane dopo, anni dopo, ma la risposta sara’  sempre la stessa: ridurre le emissioni adottando una low-carbon lifestyle.

 

Photo credits:

1-9 | Suzanne Moxhay – Borderlands series

10-13 |MAK Remissa Asia Motion

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Top

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. dettaglio

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostate per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto", allora si acconsente a questo.

Chiudi